via Cardinal E. Tosi 1, Busto Arsizio, Va 21052, IT
+39 0331 1628848
info@gjtstudiolegale.it

Articoli

10.5.2021 – L’AVVALIMENTO PREMIALE È AMMESSO NEL NOSTRO ORDINAMENTO?

(TAR Lazio, Roma, III, 2.4.2021 n. 3929; CdS, V, 25.3.2021 n. 2526) L’art. 89 codice dei contratti pubblici disciplina l’istituto dell’avvalimento. Attraverso tale istituto l’operatore economico (c.d. impresa ausiliata) può soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico e professionale di cui non dispone, avvalendosi delle capacità di altro operatore…
Leggi tutto

19.4.2021 – CONTRATTO DI AVVALIMENTO SENZA CORRISPETTIVO E POSSIBILE ONEROSITA’ DEL MEDESIMO

(TAR Lazio, Roma, II, 13.4.2021 n. 4289) La giurisprudenza amministrativa ha continue occasioni per occuparsi dell’istituto dell’avvalimento. Sull’argomento si era già segnalato un recente arresto giurisprudenziale di un certo interesse (clicca qui per consultarlo). Come noto l’avvalimento è regolato dall’art. 89 codice dei contratti pubblici. Attraverso tale istituto l’operatore economico può soddisfare la richiesta relativa…
Leggi tutto

23.11.2020 – OFFERTA SOTTOSCRITTA DA AMMINISTRATORE CESSATO

(TAR Brescia, I, 30.10.2020 n. 749)  Con la sentenza che si segnala il TAR Brescia ha ritenuto legittima l’esclusione dalla gara del concorrente che abbia presentato l’offerta sottoscritta da un amministratore cessato.  In tale ipotesi, infatti, la spendita di falsi poteri rappresentativi da parte dell’amministratore cessato fa sì che l’offerta presenti oggettivamente profili di non veridicità e, pertanto, rende giustificabile l’applicazione dell’art.…
Leggi tutto

6.11.2020 – ANCORA SUI LIMITI AL SUBAPPALTO

(TAR Lazio – Roma, III quater, 3.11.2020 n. 11304) L’art. 105 D. Lgs. 50/2016 prevede un limite del subappalto in misura pari al 30% del valore complessivo del contratto; il limite è poi stato portato al 40% per effetto del c.d. decreto sblocca cantieri. Come noto, con sentenza 26.9.2019 C- 63/18 la Corte di Giustizia…
Leggi tutto

15.9.2020 – LIMITAZIONI AL SUBAPPALTO E CLAUSOLE IMMEDIATAMENTE LESIVE (TAR Valle d’Aosta, 3.8.2020 n. 34)

La giurisprudenza amministrativa prende posizioni rispetto alle limitazioni imposte dallelex specialis rispetto al subappalto.La normativa è regolata dall’art. 105 D. Lgs. 50/2016 che originariamente stabiliva un limite del subappalto in misura pari al 30% del valore complessivo del contratto; il limiteè poi stato portato al 40% per effetto del c.d. decreto sblocca cantieri.Con sentenza 26.9.2019…
Leggi tutto

9.6.2020 – EDILIZIA – DISTANZE IN CASO DI SOPRAELEVAZIONE (TAR Campania, Napoli, VIII, 28.5.2020 n. 2039)

L’art. 9, comma 1, punto 2), D.M. 2.4.1968 n. 1444 stabilisce che i nuovi edifici debbano rispettare una distanza minima assoluta pari a 10 metri tra pareti finestrate e pareti di edifici antistanti.   La sopraelevazione di un edificio esistente integra nuova costruzione?   La risposta è affermativa.  La sentenza che si segnala si uniforma al consolidato orientamento giurisprudenziale secondo il quale il regime delle distanze valido per le…
Leggi tutto

29.5.2020 – APPALTI PUBBLICI – RILEVANZA TEMPORALE TRIENNALE DEL GRAVE ERRORE PROFESSIONALE (TAR Lazio, Roma, II ter, 11.5.2020 n. 4917)

Esiste un termine oltre il quale il precedente grave errore professionale perde rilevanza ai fini della partecipazione ai procedimenti di evidenza pubblica? Allo stato non esiste un orientamento consolidato sul punto. La sentenza che si segnala ne afferma la sussistenza: il fatto astrattamente configurabile quale “grave illecito professionale” ex art. 80 comma 5 lettera c)…
Leggi tutto

11.5.2020 – APPALTI SOTTO SOGLIA. PRINCIPIO DI ROTAZIONE E PROCEDURA APERTA (CdS, III, 25.4.2020 n. 2654)

Il principio di rotazione negli appalti sotto soglia non trova applicazione nell’ipotesi di procedura di gara aperta: lo conferma la sentenza che si segnala. Il principio di rotazione costituisce necessario contrappeso alla notevole discrezionalità riconosciuta alle Stazioni appaltanti nel decidere gli operatori economici da invitare in caso di procedura sotto soglia, e ha l’obiettivo di…
Leggi tutto

29.4.2020 OCCUPAZIONI ILLEGITTIME E ACQUISIZIONE SANANTE (CdS, Ad. Pl., 20.1.2020 n. 2)

Parliamo di espropriazioni per pubblica utilità. Più in particolare, di tutte quelle ipotesi conosciute come occupazioni sine titulo: trattasi di tutte quelle fattispecie concrete in cui una procedura espropriativa, pur iniziata secondo tutti i presupposti richiesti dall’ordinamento, non si sia perfezionata e conclusa con la formalizzazione del decreto di esproprio o con il perfezionamento di…
Leggi tutto

14.4.2020 DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI NELLA FASE ESECUTIVA DEL CONTRATTO DI APPALTO (CdS, Ad. Pl., 2.4.2020 n. 10)

In via generale, il diritto di accesso è regolato da diverse fonti normative. Dagli articoli 22 e seguenti della L. 241/1990 che disciplina l’accesso documentale, riconosciuto a chi dimostri di essere titolare di un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l’accesso. Dall’articolo…
Leggi tutto

28.2.2020 – PRINCIPIO DI EQUIVALENZA DELLE OFFERTE (TAR Lazio, Roma, I ter, 26.2.2020 n. 2517)

Il principio di equivalenza delle offerte è regolato dall’art. 68 codice dei contratti pubblici. In via generale, il principio di equivalenza disciplina positivamente la possibilità di ammettere, a seguito di valutazione della stazione appaltante, alla procedura di gara prodotti aventi specifiche tecniche equivalenti a quelle richieste dalla stazione appaltante nella singola lex specialis. Trattasi di…
Leggi tutto

13.2.2020 NATURA ONEROSA DEL CONTRATTO DI AVVALIMENTO (CdS, V, 12.2.2020 n. 1074)

L’istituto dell’avvalimento è regolato dall’art. 89 codice dei contratti pubblici. Per quel che qui interessa, attraverso l’avvalimento l’operatore economico può soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico e professionale avvalendosi delle capacità di altri soggetti (c.d. impresa ausiliaria). A tal fine l’operatore economico deve, tra le altre cose, allegare,…
Leggi tutto

20.1.2020 SOCCORSO ISTRUTTORIO E TERMINE EX ART. 89, COMMA 9 CODICE CONTRATTI (CdS, V, 16.1.2020 n. 399 – TAR Abruzzo, L’Aquila, I, 16.1.2020 n. 8)

Con l’art. 83, comma 9 il codice dei contratti pubblici disciplina l’istituto del soccorso istruttorio: “… Le carenze di qualsiasi elemento formale della domanda possono essere sanate attraverso la procedura di soccorso istruttorio … In particolare, in caso di mancanza, incompletezza e di ogni altra irregolarità essenziale degli elementi e del documento di gara unico…
Leggi tutto

7.1.2020 ACCESSO DA PARTE DEL CONCORRENTE NON AGGIUDICATARIO AGLI ATTI DI UNA PROCEDURA DI GARA (TAR Veneto, I, 31.12.2019 n. 1417)

Il diritto del concorrente non aggiudicatario di accedere agli atti di una procedura di gara costituisce un elemento di fondamentale importanza ai fini della possibile tutela delle diverse posizioni giuridiche che il concorrente non aggiudicatario può vantare. In precedenza si è segnalata la problematica relativa all’accessibilità o meno degli atti relativi alla fase esecutiva del…
Leggi tutto

23.12.2019 DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI RELATIVI ALLA FASE ESECUTIVA DI UN CONTRATTO DA PARTE DELLA SECONDA CLASSIFICATA (CdS, III, (ord.) 16.12.2019 n. 8501)

L’ordinanza che si segnala involge un tema rilevante nella prassi degli appalti pubblici, avendo a oggetto la possibilità del concorrente posizionatosi al secondo posto della graduatoria di esperire l’accesso agli atti relativi alla successiva fase esecutiva del contratto, al fine di verificare la sussistenza di profili di inadempimento ad opera dell’aggiudicatario idonei a determinare la…
Leggi tutto

29.11.2019 APPALTI PUBBLICI – GRAVE ERRORE PROFESSIONALE TERMINE TRIENNALE DI EFFICACIA (TAR Lombardia, Brescia, I, 28.11.2019 n. 1022)

La sentenza che si segnala è importante perché si occupa della problematica relativa all’esistenza o meno di un termine oltre il quale le pregresse vicende integranti un grave errore professionale perdono di efficacia rispetto agli obblighi dichiarativi dei concorrenti. Il problema si pone in ragione della previsione di cui all’art. 80, comma 10, D. Lgs.…
Leggi tutto

6.11.2019 Mancata indicazione costi manodopera (CdS, V, 4.10.2019 n. 6688; TAR Lombardia, Milano, IV, 5.11.2019 n. 2306; TAR Sicilia, Palermo, II, 31.10.2019 n. 2521)

Prosegue il contrasto giurisprudenziale in merito alle conseguenze della mancata indicazione in sede di offerta economica dei costi di manodopera. In proposito, la posizione assunta dalla Corte di Giustizia UE con la sentenza 2.5.2019 C-309/18 non pare aver chiarito definitivamente ogni questione. Con la recente sentenza n. 6688/2019, la sezione V del Consiglio di Stato…
Leggi tutto

14.10.2019 RTI orizzontali e verticali: differenze. Art. 48 D. Lgs. 18.4.2016 n. 50 (Consiglio di Stato, III, 26.9.2019 n. 6459)

La distinzione tra raggruppamenti temporanei d’imprese orizzontali e verticali è descritta compiutamente nell’art. 48 del codice dei contratti pubblici ove sono contenute le relative e rispettive definizioni. La sentenza che si segnala presenta almeno due spunti interessati. Sotto un primo profilo il Consiglio di Stato ribadisce che la possibilità di dar vita a RTI di…
Leggi tutto

2.10.2019 Illegittimo il limite per il subappalto art. 105 D. Lgs. 50/2016 (Corte di Giustizia UE, V, 26.9.2019 – causa C/63/18)

Con la sentenza indicata la CGUE ha deciso la questione pregiudiziale relativa al se sia compatibile o meno con il diritto dell’Unione una previsione quale quella di cui all’art. 105 D. Lgs. 50/2016 che individua un limite generale e automatico alla quota subappaltabile. La Corte ha risposto negativamente. La Corte, in particolare, ha precisato che…
Leggi tutto

17.9.2019 Dichiarazioni false o fuorvianti rese in sede di gara con riferimento all’offerta. Art. 80, comma 5, lett. c) bis, D. Lgs. 50/2016 (Consiglio di Stato, V, 12.9.2019 n. 6157)

La giurisprudenza amministrativa torna a occuparsi dell’ipotesi in cui le informazioni (obiettivamente) false o anche solo fuorvianti rese dal concorrente ne determinino l’esclusione dal procedimento di gara. La fattispecie è oggi regolata dall’art. 80, comma 5, lett. c bis) D. lgs. 50/2016, a norma del quale le stazioni appaltanti escludono l’operatore economico che “… abbia…
Leggi tutto